Alessandro
Francesca Tolot ci spiega il trucco di Beyoncé per i visual dell’OTR II tour
13 luglio 2018
in News

Immaginate di essere così vicine a Beyoncé da poter allungare le mani e toccarla. Ora pensate di poterlo fare ed essere pagati per farlo. Beh si tratta del lavoro di Francesca Tolot.

Francesca Tolot  è una make up artist il cui lavoro l’avete visto sulle cover di Vogue, in Atomic Blonde e sul volto di Beyoncé nei video da “Crazy In Love” a “Partition” e più recentemente nei contenuti (trailer, visual e tour book) dell’On The Run II tour.

 

 

È da 15 anni che Francesca lavora con Queen Bey, “Ho lavorato in oltre 40 video con lei dal suo primo disco da solista”, afferma la Tolot, per cui è abbastanza normale che sia coinvolta nel trucco di Beyoncé anche per tutti i video del tour e per le fotografie del book del tour dei Carters.

Refinery29 ha chiacchierato con la make up artist italiana per saperne di più sull’ultimo lavoro con Queen Bey.

 

Sappiamo bene che Beyoncé è il capo assoluto. Com’è stata la direzione creativa sul set per l’OTR II?

“È stata abbastanza vaga, si fida molto di me. Abbiamo un grande legame e la pensiamo allo stesso modo. Non mi da quasi mai forti indicazioni; si tratta di esprimere i suoi sentimenti e quello che vuole rappresentare e comunicare attraverso il suo look. Da quel momento c’è una collaborazione che si trasferisce nei capelli e nel trucco. Mi sento molto fortunata perché abbiamo talmente un bel legame che non c’è mai bisogno di una lunga conversazione o di foto da internet per l’ispirazione.”

 

Un post condiviso da Beyoncé (@beyonce) in data:

 
Quindi per ispirarvi non prendete foto da Pinterest o Instagram?

“No, ci basta poco per intenderci. Per capirci servono davvero pochissime parole e immagini.”

 

A cosa vi siete ispirate in questo caso?

“Eravamo in Giamaica, per cui la musica, l’aria e l’intera isola hanno ispirato quei look. Quello con l’aggiunta di un pizzico di vintage, ma un vintage moderno.”

 

Un post condiviso da Francesca Tolot (@francescatolot) in data:

 

Beyoncé aveva un look specifico in mente?

“Uno dei suoi desideri era quello di essere davvero naturale, pura e se stessa. Voleva che i capelli e il trucco fossero minimal. Si sente molto a suo agio. È una di quelle persone che potrebbe non indossare nulla e uscire ed essere fotografata.

 

E a Beyoncé piace molto questo look?

“Ho creato qualcosa di simile per il video di “If I Were  A Boy”. Negli anni Beyoncé ha iniziato ad apprezzare sempre di più il trucco naturale, a parte i momenti in cui è richiesto altro.

C’era una scena in “Crazy In Love” quando cammina per strada in shorts di jeans e canotta, lì il trucco era davvero minimal. Poi, certo, il resto era totalmente glam.”

 

Aveva del trucco sul corpo per gli scatti in spiaggia e in camera da letto?

“No, nulla. Non ne aveva bisogno. Al massimo ho utilizzato dell’olio per neonati in quegli scatti in spiaggia. Ha una pelle splendida. A meno che non sia stata molto a provare e abbia qualche ematoma per il ballo, non c’è bisogno che utilizzi del trucco sul suo corpo. La più grande sfida è stata quella di togliere la sabbia dal suo corpo, ma, assolutamente no, non aveva nemmeno un po’ di make up sul corpo.”

 

Hai applicato del trucco a Jay Z?

“Jay Z non usa trucco. Alcuni lo fanno, ma lui non vuole. Al massimo, utilizzo delle gocce per gli occhi oppure se suda gli asciugo la pelle.”

 

Se non hai messo il trucco a Beyoncé, allora cosa hai usato?

“Ho utilizzato la crema idratante, forse un po’ di rossetto e nient’altro. Questo perché era giusto per alcuni momenti dei visual dell’OTR II. In altre scene aveva un trucco completamente glam.

Questo è il bello di lavorare con lei: si passa dal massimo glamour al nulla assoluto.”

 

 

 

Tags: beyonce, Tour, OTR2