Alessandro
Beyoncé, colpita da un documentario straziante, interviene in Burundi per riportare acqua pulita
3 luglio 2017
in News

Beyoncé si è unita a Unicef, tramite la sua fondazione benefica BeyGOOD, per fornire acqua pulita ai bambini del Burundi.

In seguito a un documentario che affrontava la crisi dell’acqua in Burundi, Beyoncé ha deciso di intervenire subito mandando il suo team in soccorso di Unicef in Africa.

La partnership tra BeyGOOD e Unicef si occuperà di migliorare l’acqua, la sanità e le pratiche igieniche di base nelle aree più difficili da raggiungere della nazione orientale africana.

 

“L’accesso all’acqua è un diritto fondamentale. Quando dai acqua pulita e sicura ai bambini, non solo dai loro la vita, ma anche la salute, un’istruzione e un futuro più radioso. Sono impegnata per aiutare a portare avanti soluzioni durature per la crisi dell’acqua in Burundi. La crisi dell’acqua in Burundi è una crisi che riguarda i bambini. Quando i bambini devono fare affidamento su acqua non sicura, diventano deboli, malnutriti e vulnerabili alle malattie causate dall’acqua, che sono tra le principali cause di morte nei bambini sotto i cinque anni.” Ha dichiarato Beyoncé.

 

BEYGOOD4BURUNDI – La prima fase della partnership comprende la costruzione di nuovi pozzi dotati di pompe a mano, educazione all’igiene e miglioramento delle strutture idriche e igieniche nelle scuole in quattro regioni prioritarie, tra cui Bukemba e Giharo nella provincia di Rutana, e Kinyinya e Nyabitsinda nella provincia di Ruyigui.

“In queste comunità rurali i bambini sono cronicamente malnutriti e più del 65% della popolazione utilizza fonti di acqua non sicura. I bambini e le famiglie devono percorrere lunghe distanze per arrivare ai punti di raccolta dell’acqua, e anche così il tasso di accesso all’acqua è estremamente basso. Negli ultimi tre anni, grazie al sostegno dell’Unicef, oltre 100 milioni di persone hanno ottenuto accesso all’acqua e ai servizi igienico-sanitari. Siamo grati a Beyoncé e a BeyGood per aver unito le forze con l’UNICEF, per proporre questo tema critico a nuovi pubblici.” Ha così commentato Unicef.

 

E Tina, la mamma di Beyoncé, ci spiega che Queen Bey ha deciso di intervenire dopo aver visto un documentario straziante in tv: “Questo è il progetto che Beyoncé sta realizzando con Unicef. Stanno portando delle sorgenti di acqua pulita in Burundi in Africa. Una sera tardi in tv Beyoncé ha visto un documentario su questo luogo e il fatto che i bambini debbano portare oltre 11 litri per molti chilometri e poi si tratta di acqua sporca. Straziante vero? Quindi Beyoncé ha contattato Steve e gli ha mandato immediatamente il suo team in Africa per vedere cosa si potesse fare per ottenere delle sorgenti di acqua fresca il prima possibile. Sono davvero orgogliosa di lei.”

 

 

 

Per maggiori informazioni e per fornire un contributo, vi invitiamo a visitare la seguente pagina: BeyGOOD

 

 

Tags: beyonce, unicef, burundi